Siamo il Paese che consuma più acqua in bottiglia in Europa e le cifre fanno impressione. Sembra che gli italiani non possano proprio fare a meno della loro bottiglia anche quando sono fuori di casa. Ma il problema si sta allargando anche ad altri mercati.

Negli Stati Uniti, per esempio, dove si è sempre consumata molta acqua di rubinetto, sono aumentate le vendite di acqua in bottiglia. Nel 2014 i consumi sono cresciuti del 7%, mentre nel 2015 di un altro 7,9%. Anche in Italia, dove la produzione di acque minerali confezionate è sempre stata alta, si è assistito a un ulteriore aumento.

Perché? Cosa ci spinge a comprare acqua in bottiglia, se continuano a ripeterci che la plastica è un materiale altamente inquinante e che molta della plastica che usiamo non viene riciclata (e finisce nei nostri mari e nei nostri oceani)?

È anche colpa della pubblicità, del marketing. L’acqua in bottiglia ha un giro d’affari enorme e anche se spesso sui giornali leggiamo che dobbiamo imparare a ridurre il nostro consumo di plastica, il giorno dopo troviamo sulle stesse pagine un articolo che presenta la nuova bottiglietta da borsetta!

Eppure ci sono delle alternative. Esistono soluzioni economiche, sostenibili e trendy (ancora di più di una bottiglietta) per avere sempre con sé un sorso d’acqua - perché in effetti bere tanto è importante.

Ma ci sono anche altri modi per risparmiare ed essere più responsabili nei confronti del nostro Pianeta. In azienda, ma anche a casa, si possono installare distributori d’acqua a boccione: possono contenere fino a 19 litri d’acqua. Sono una soluzione sostenibile perché riducono drasticamente il consumo di plastica. Blu service, poi, garantisce il riciclo della plastica usata del 100%.

Se vogliamo veramente essere a posto con la coscienza, ma anche al passo con le mode, c’è un modo ancora migliore. Usiamo le borracce per l’acqua. Perché ci ricordiamo di questi oggetti solo quando andiamo a camminare in montagna e invece nella vita di tutti i giorni preferiamo le bottiglie d’acqua?

Le borracce si possono riempire e riutilizzare infinite volte. Anche in ufficio, se vogliamo avere sempre dell’acqua a portata di mano sulla scrivania, possiamo riempirla con quella dei boccioni.

Oggi poi le borracce per l’acqua sono più belle che mai! Sono oggetti di design, a volte personalizzabili con alcune foto o con il proprio nome. Spesso sono in acciaio, un materiale duraturo e migliore per contenere l’acqua. 24bottles è un marchio italiano che realizza borracce in acciaio inossidabile, Guzzini ha lanciato sul mercato Ripples, una borraccia firmata da Ron Arad. Possiamo portarle ovunque e possiamo continuare a bere la nostra acqua minerale di sempre, solo con più stile.

Insomma, se vuoi essere cool e buono con l’ambiente, usa la borraccia!

Iscriviti alla Newsletter: