Abbiamo selezionato dieci luoghi comuni sull’acqua: quali sono veri e quali sono invece falsi miti?

1. L’acqua fa ingrassare: falso


Il luogo più comune sull’acqua e anche il più sbagliato. L’acqua non contiene calorie, nemmeno quella frizzante. Potete bere senza timore per la vostra linea. Le uniche acque da temere sono quelle aromatizzate, ma in etichetta trovate le calorie contenute.

2. L’acqua di bottiglia è tutta uguale: falso

Basta leggere le etichette per scoprire che ogni acqua contiene valori diversi di sodio e sali. E soprattutto non tutte le acque hanno lo stesso sapore. Sapevate che esiste anche un sommelier d’acqua al mondo? Si chiama Martin Riese e offre consulenze ai ristoranti per accompagnare la giusta acqua a ogni portata. Per esempio i piatti complessi andrebbero serviti con acqua gassata.

3. Bisogna bere molta acqua: vero

Altro che falsi miti sull’acqua. Bisogna bere e bisogna farlo costantemente durante tutta la giornata. La quantità ideale varia tra il litro e mezzo e i due. Se siete grandi mangiatori di frutta o verdura sappiate che ne state ingerendo già parecchia così, ma una bottiglia da un 1,5 l al giorno sarebbe l’ideale per tutti.

4. Bisogna bere quando si ha sete: falso

Purtroppo il nostro organismo ci fa sentire la sete quando siamo già in emergenza. Non funziona così con la fame, ma con l’acqua sì. Per questo è importante ricordarsi di bere sempre. L’ideale è bere piccole quantità d’acqua durante la giornata per non entrare mai in carenza.

5. L’acqua risolve il problema della ritenzione idrica: falso

Purtroppo è un luogo comune sbagliato. Sono il sale e gli zuccheri ingeriti attraverso i cibi che trattengono l’acqua, creando l’effetto buccia d’arancia. L’acqua da sola “scorre”.

6. L’acqua del rubinetto fa male: falso

L’acqua in Italia è potabile e viene costantemente sottoposta a controlli di qualità. Vero è che in alcuni comuni può avere un cattivo odore o un sapore “strano” diverso da quello dell’acqua in bottiglia. Per essere più sicuri e migliorarne gusto e odore si possono installare in casa o in ufficio erogatori che filtrino la vostra acqua.

7. L’acqua favorisce l’eliminazione di tossine: vero

Una buona notizia! Digestione, circolazione e altri funzioni primarie del nostro organismo vengono compiute producendo degli scarti, le tossine appunto. Con una bella dose di acqua, fegato e reni riescono a lavorare meglio e a eliminare più in fretta questi scarti.

8. Bere al mattino fa bene: vero

Un’altra verità. L’acqua al mattino dovrebbe essere assunta a temperatura ambiente o, ancora meglio, tiepida e a stomaco vuoto. Così ingerita, infatti, migliora la peristalsi intestinale e fungendo anche da detox. Se poi aggiungete il limone avrete anche un ottimo strumento di prevenzione da raffreddori e influenze.

9. Bere durante i pasti fa male: falso

Chi l’ha detto. Niente di più sbagliato, è invece importante bere almeno un paio di bicchieri quando si è tavola soprattutto se mangiamo pasti secchi come la pasta o il pane. L’acqua facilita l’azione dei succhi gastrici favorendo la digestione.

10. Il calcare fa venire i calcoli: falso

Il calcio non ha effetti negativi sulla nostra salute (li ha solo sulle nostre tubature e i nostri elettrodomestici) e anzi, al contrario, la sua presenza nell’acqua potrebbe avere un effetto protettivo per il sistema cardiovascolare. Le acque dure sono quindi da preferirsi a quelle sottoposte a processi di addolcimento, che riducono i livelli di magnesio e inducono un aumento della concentrazione di sodio, che favorisce l’ipertensione. Ok anche per intestino e ossa: il calcio riduce l’assorbimento dei grassi a livello intestinale ed è indispensabile per prevenire l’osteoporosi.

Iscriviti alla Newsletter: