Mai sentito parlare di Talent Management? Sicuramente sì, quello che forse non è chiaro è che non si tratta di un termine astratto inventato dalle Risorse Umane. No, il Talent Management indica l’impegno di un’azienda nel reclutare, assumere, trattenere e formare i migliori talenti disponibili sul mercato a beneficio dell’azienda.
Le persone al centro
Oggi avere le risorse più adatte per svolgere la propria attività, per aumentare la produttività e assicurarsi il successo è uno degli obiettivi più difficili da raggiungere. Ma è inevitabile perché senza una forza lavoro adeguata il lavoro subirà senz’altro rallentamenti.
Il Talent Management prevede diverse fasi: attrazione e assunzione; locazione; sviluppo e mantenimento.

Una strategia efficace comporta anche la condivisione di informazioni sui migliori dipendenti e i loro potenziali percorsi di carriera all'interno della società. Pianificando e prevedendo gli avanzamenti di carriera i dipendenti stessi saranno preparati ad assumere la posizione successiva nel proprio percorso professionale, con benefici per tutti.

Interconnessioni, digital, talent strategy
Il digital ha, in un certo senso, complicato ancora di più le cose. Aumentando le connessioni possibili tra datori di lavoro e candidati (tramite piattaforme come LinkedIn, per esempio), i responsabili HR devono fare i conti con nuovi problemi, ma soprattutto devono allinearsi alla strategia di business dell’azienda, proponendo a loro volta una talent strategy.
Perché tutto funzioni, però, le due strategie (talent e business) devono essere allineate affinché una volta scelti i talenti migliori essi siano in grado di portare i risultati migliori possibili. Ecco come fare per integrare una perfetta gestione dei talenti in tutti i processi dell'organizzazione:

  • Sviluppare una strategia basata sui dati concreti, raccogliendo quelli sui trend di vendita, sui cicli di produzione e sul comportamento dei consumatori per capire come tutto questo possa influire sulle necessità del personale;
  • Informarsi sui piani a lungo termine dell’azienda perché solo avendo chiari gli obiettivi aziendali per i prossimi anni potrai individuare i talenti giusti da assumere per affrontarli;
  • Cercare continui feedback. Il confronto, soprattutto con i superiori è fondamentale. Chi si occupa di business può fornirti indicazioni precise e complete sui bisogni del mercato.

Grazie all’applicazione del Talent Management si otterranno performance migliori dei propri dipendenti, un maggiore attaccamento all’azienda e un livello di soddisfazione più elevato. Insomma, in generale, migliorerà il benessere aziendale.

Iscriviti alla Newsletter: