Se vuoi lavorare bene, ma soprattutto se vuoi far lavorare bene i tuoi dipendenti, devi pensare all’ambiente. Tutto contribuisce alla produttività delle persone, ma è dimostrato come la qualità degli spazi incida molto. Garantire ambienti confortevoli assicura concentrazione maggiore e migliore efficienza.

Tra tutti gli elementi che contribuiscono a rendere un ambiente di lavoro buono, il microclima è sicuramente quello che influisce di più. Da cosa dipende il microclima?

  • Temperatura, espressa in gradi centigradi;

  • Umidità relativa (esprime, in percentuale, la quantità del vapore acqueo presente nell’ambiente. Aumenta con l’aumentare della temperatura);

  • Irraggiamento termico (quantità di calore che si trasmette da corpo a corpo per mezzo delle onde elettromagnetiche);

  • Velocità dell’aria (favorisce il raffreddamento del corpo).
     

Il benessere aziendale passa dalla temperatura

Può sembrare esagerato, ma non lo è. Uno studio del 2012 aveva portato alla luce un dato curioso (e scioccante): l’80% dei lavoratori si lamenta delle temperature del proprio ufficio o della propria azienda.

Le temperature sono appena diventate più miti, dopo un lungo inverno, meglio arrivare preparati pronti per lavorare bene quando farà davvero caldo.
 

1 - Trovare la temperatura ideale

Sembra facile a dirsi e non a farsi. Soprattutto in estate bisogna tenere sotto controllo l’umidità perché, quando è alta, fa tollerare meno anche il calore perché l’organismo non riesce a disperdere quello che ha accumulato. Difficile dire quale sia la temperatura che mette d’accordo tutti, ma vale una regola: in estate tra interno ed esterno non devono esserci più di 7 gradi di differenza.
 

2 - Abbigliamento

Quando le temperature si alzano abbandonare (un po’) la formalità è lecito. Specialmente per gli uomini che indossano l’abito, diventa difficile gestire il caldo. Dimostrare apertura verso i propri dipendenti in questo senso vi garantirà un maggiore impegno.
 

3 - Smart working

Stessa cosa succede concedendo più flessibilità. Puoi concedere ai tuoi impiegati di lavorare un giorno alla settimana da casa (se le mansioni lo consentono), oppure puoi ridurre le ore lavorative di un giorno - concedendo il venerdì pomeriggio libero per esempio. I benefici dello smart working sono dimostrati: i dipendenti sono più motivati.
 

4 - Acqua

Non c’è niente di peggio che essere assetati quando fa caldo. Ricordati di bere e soprattutto incentiva i tuoi collaboratori a farlo durante tutto l’arco della giornata per mantenere il cervello e l’organismo idratati e quindi più efficienti.

Garantire il microclima ottimale nella tua azienda non è facile, ma è importante. Temperature e percentuale di umidità sbagliate possono causare cali di produttività fino al 20% e aumentano il rischio di distrazione del 45%. 

Iscriviti alla Newsletter: