No, l’acqua minerale non scade. Se conservata bene, cioè al riparo da fonti di luce dirette e di calore, l’acqua in bottiglia rimane potabile e inalterata nel sapore. Il massimo che può succedere è che perda alcune caratteristiche e cioè che diminuisca la concentrazione di anidride carbonica. Avete presente quando aprite una bevanda gassata vecchia e trovate che non sia così gassata come dovrebbe? Ecco, lo stesso potrebbe succedere con una bottiglia di acqua frizzante. Il tempo, poi, può anche far diminuire la concentrazione dei sali minerali disciolti.

Il regolamento europeo

Ma se l’acqua non scade, perché sulle bottiglie è sempre riportata una data di scadenza?Il motivo è che le norme europee sulla sicurezza alimentare prevedono che tutti i prodotti destinati al consumo umano siano soggette a un tetto massimo di conversazione. Quindi le bottiglie d’acqua, per legge, devono riportare una data che indichi un limite temporale entro cui consumarne il contenuto.
 

Il PET è sicuro?
Le bottiglie d’acqua sono generalmente realizzate con la plastica PET un materiale che il regolamento europeo ha approvato per l’uso alimentare perché sicuro per la nostra salute. L’importante è consumare l’acqua entro un certo limite - quello indicato - per non trovare il sapore inalterato. Dopo molto tempo l’acqua potrebbe diventare “fruttata”: nonostante non ci siano rischi per la salute, il sapore originale rimane migliore.
 

Sicurezza e ambiente
Dunque non si corre nessun rischio a bere acqua minerale in contenitori di plastica. Solo ricordiamoci di non lasciarla esposta alla luce per troppo tempo se non vogliamo che il sapore e le proprietà vengano alterate.
 

Ciò di cui dovremmo invece preoccuparci è l’uso smodato che facciamo della plastica. Questo materiale è difficile da smaltire e dunque altamente inquinante se viene abbandonato nell’ambiente (o peggio ancora in mare). Quindi la prima cosa importante da fare, per ridurre il nostro impatto ambientale, è diminuire quanto più possibile il nostro consumo di plastica e fare la raccolta differenziata affinché quella che usiamo venga riciclata.

Iscriviti alla Newsletter: