Al di là delle competenze, senza le quali sarebbe impossibile svolgere i propri compiti e impegni, il successo di un lavoratore oggi dipende molto da quanto viene motivato dal proprio capo. In un mondo sempre più competitivo e con meccanismi lavorativi sempre più smart, la motivazione è ciò che può fare la differenza e che può far superare la distanza tra sguardo del singolo e sguardo di squadra. Tra il tuo sguardo e quello dei tuoi impiegati.
 

Certo come motivare il tuo team di collaboratori dipende dal tipo di lavoro e dal settore in cui operi, ma ci sono atteggiamenti e soluzioni “universali” in grado di stimolare qualunque dipendente.
 

Ecco i 10 migliori modi con cui un capo può motivare il proprio team.

  1. L’importanza dei feedback
    Positivi o negativi, è sempre meglio che brancolare nel buio senza sapere se quello che si sta facendo sia giusto o sbagliato. Il tuo disinteresse non fa altro che sviluppare apatia e disinteresse nei tuoi collaboratori.
     

  2. Gratificare
    Quando qualcuno raggiunge un obiettivo, ricordati di complimentarti con lui o ringraziarlo. Meglio se pubblicamente.
     

  3. Leadership
    La fiducia si guadagna con il tempo. È importante parlare sempre con onestà, anche quando non fa piacere; capire quando è opportuno avere un atteggiamento più giocoso; e far vedere che si ha una visione a lungo termine.
     

  4. Intelligenza emotiva
    Secondo Daniel Goleman, l’intelligenza emotiva (EQ) si compone di 5 elementi distinti: consapevolezza di sé; dominio di sé; motivazione; empatia; abilità sociale. Punta su queste abilità se vuoi avere un team che le sviluppi a sua volta.
     

  5. Essere un buon esempio
    Se vuoi che i tuoi dipendenti abbiano un atteggiamento positivo, devi essere il primo ad averlo. Sii entusiasta del lavoro e trasmetti al tuo team sensazioni positive.
     

  6. Essere chiari
    Inutile pretendere qualcosa da qualcuno senza averlo chiesto in maniera chiara ed esplicita. Cerca di comunicare con i tuoi dipendenti nel modo più efficace possibile.
     

  7. Creare un buon clima
    Confondere i piani è rischioso, ma pur non essendo amici, anche sul lavoro e anche tra capo e collaboratori si possono costruire relazioni di fiducia. Un lavoratore sereno e felice è il miglior lavoratore che tu possa desiderare.
     

  8. Essere gentili
    La gentilezza paga sempre, se sei educato e le tue richieste vengono fatte con toni pacati e adeguati, stai certo che verrai trattato con le stesse modalità e in tutta l’azienda si respirerà un buon clima.
     

  9. Gestione del tempo
    Non pretendere che i tuoi dipendenti lavorino nel weekend o che rispondano alle mail anche di sera. Insegna come gestire il proprio tempo e l’importanza di staccare dal lavoro per non essere stressati.
     

  10. Formazione
    Investire nella formazione del tuo personale non solo è utile a te per avere persone pronte, aggiornate e sempre più esperte, ma farà sentire loro importanti e parte della squadra.
     

Seguire questi semplici consigli può fare la differenza nella creazione di un clima aziendale vincente… Perché, non ci stancheremo mai di dirlo, il successo della tua azienda dipende soprattutto dal tuo team.

Iscriviti alla Newsletter: