Ogni giorno un italiano consuma in media circa 200 litri di acqua. Come si raggiunge questa cifra è presto detto: dalla cucina al bagno, dai lavaggi di vestiti e stoviglie all’irrigazione di piante e giardino, fino ovviamente alla igiene personale, il nostro uso quotidiano di acqua è elevato. Ma non uguale per tutti. Risparmiare acqua in casa è possibile.
 

Possiamo e dobbiamo farlo tutti perché l’acqua è una risorsa finita e in pericolo. Il tema acqua e ambiente ci riguarda tutti sempre più da vicino… Cosa fare? Sono tanti i piccoli gesti e le abitudini che possono portare un cambiamento reale ai nostri consumi.
 

Ecco dieci consigli per iniziare subito a risparmiare acqua in casa:
 

  1. Installazione soffioni a getto ridotto o aeratori sui rubinetti
    Sia in bagno sia in cucina, possiamo installare aeratori rompigetto o soffioni con riduttore per diminuire la quantità di acqua consumata ogni volta che apriamo i rubinetti. Costano poco, ma fanno risparmiare fino al 30% dell’acqua.
     

  2. Fare docce brevi
    Tra bagno e doccia è sempre da preferire la seconda. Ma per consumare ancora meno acqua, bisogna spegnere l’acqua mentre ci insaponiamo o ci facciamo lo shampoo.
     

  3. Riciclare
    Puoi usare le acque grigie e di scarico, se usi detersivi biodegradabili, per irrigare il giardino o innaffiare le piante.

  4. Usare elettrodomestici efficienti
    Gli elettrodomestici di classe energetica A+ permettono di abbattere i consumi d’acqua, ma anche i costi. Dovremmo valutare seriamente di cambiare quelli vecchi con altri di nuova generazione.
     

  5. Chiudere l’acqua mentre ci laviamo
    Vale sia quando siamo in doccia, ma anche quando ci laviamo le mani o i denti. Scontato? Forse a parole, troppe persone però ancora non lo fanno. Eppure questo gesto banale fa risparmiare il consumo di circa 30 litri d’acqua.
     

  6. Lavaggi a pieno carico
    Lavatrice e lavastoviglie consumano meno acqua dei lavaggi manuali, ma è importante far partire questi elettrodomestici solo a pieno carico, usando - se ci sono - i programmi eco: durano di più, ma riducono i consumi di energia e acqua e quindi i costi.
     

  7. Controllare le perdite
    Una piccola perdita d’acqua nelle tubature di casa può arrivare a far sprecare fino a 20 litri di acqua al giorno. Impariamo a fare la giusta manutenzione.
     

  8. Il WC non è un cestino
    Ogni scarico impiega circa 9-10 litri di acqua, quindi non c’è nessun motivo di buttare cotton fioc, dischetti struccanti, tamponi, sigarette o altro nel WC, tanto più che questi non sono biodegradabili e inquinano le nostre acque.
     

  9. Raccogliere l’acqua usata per lavare le verdure
    Per lavare le verdure non usare l’acqua corrente, ma lasciale in ammollo. Una volta scolate riciclate anche questa acqua per bagnare piante e fiori.
     

  10. Non fare scorrere l'acqua
    Per avere acqua calda in modo più veloce, senza dover far scorrere a lungo la doccia o i rubinetti, isolate le tubature con della schiuma apposita.

Iscriviti alla Newsletter: