Vuoi sentirti più in forma? Vuoi essere più produttivo e veloce? Bevi!

La disidratazione ha effetti molto negativi sul nostro corpo e soprattutto sul nostro cervello. Siamo fatti dal 60% di acqua e la percentuale sale al 75% se prendiamo in considerazione il cervello. Se è vero che bastano pochi giorni per morire disidratati, nuovi studi scientifici hanno dimostrato che basta molto meno per vedere i primi effetti sul corpo.

L’acqua è un potenziatore cognitivo eccellente che aumenta la nostra energia e aiuta nella risoluzione dei problemi. Un piccolo deficit di acqua può peggiorare l’umore, la memoria e l’energia. È stato calcolato che una disidratazione pari all’1% può avere un impatto fisiologico visibile, se il livello sale al 2% avremo effetti a livello di attenzione, capacità psico-motorie e memoria con conseguenti mal di testa, sensi di vertigine e fatica.

Ma perché è così facile disidratarsi? Perché perdiamo un sacco di acqua attraverso normali funzioni corporee, anche respirando. Perciò è fondamentale bere sempre e bere tanto durante tutto il giorno: l’acqua ha il potere di mantenere in equilibrio il nostro organismo e stabili le nostre capacità cognitive.

Questi sono alcuni dei benefici dell’acqua sul nostro corpo:

  • mantiene ossigenato il cervello;

  • abbassa la pressione;

  • diminuisce gli sforzi del nostro cuore;

  • migliora e facilita la circolazione;

  • accelera i tempi di reazione.

L’idratazione, ovviamente, non passa solo attraverso l’acqua. Il 20% della quantità quotidiana necessaria viene assunta attraverso il cibo (sono ricche di acqua soprattutto frutta e verdura, per questo è importante la loro assunzione giornaliera). Anche altre bevande come il vino, la birra e le bibite idratano, però contengono anche calorie, mentre l’acqua no. Anche tè e caffè non hanno calorie, ma possono incidere sulla nostra dieta e sulle nostre funzionalità, per esempio la caffeina ha effetti diuretici. Meglio quindi bere acqua, soprattutto al lavoro.

Ma quanto bere? La quantità di acqua raccomandata per una persona adulta è circa 1,5 l al giorno, ma varia da persona a persona e da molti altri fattori. Quando fa molto caldo e quindi sudiamo oppure se facciamo attività fisica (in palestra ma anche se andiamo al lavoro camminando) dobbiamo bere di più rispetto ai giorni in cui i nostri spostamenti sono ridotti.

Come capire se siamo sulla giusta strada? Il senso di sete è il migliore indicatore: quando avvertiamo il bisogno di bere, il processo di disidratazione è già in atto.

Il miglior modo per evitare il rischio è tenere sempre un bicchiere di acqua sulla nostra scrivania.

Iscriviti alla Newsletter: