Ogni primavera il problema ritorna. Scoprirsi e mettere in vista gli inestetismi della pelle e soprattutto la cellulite. Creme, trattamenti più o meno costosi, abbonamenti in palestra: niente sembra funzionare davvero… Se la soluzione più efficace fosse anche la più semplice? Acqua e cellulite sono una combinazione vincente, una formula da non dimenticare mai.

L’acqua è sempre un ottimo alleato di bellezza e la sua caratteristica migliore è che non ha controindicazioni: non ha calorie, ha una forte azione drenante, depura il corpo dalle tossine e rivitalizza i meccanismi fisiologici.

Ma cos’è la cellulite?

È grasso che trattiene acqua, quindi ricco di edema (accumulo di liquido). La presenza di edema, come in un circolo vizioso, impedisce al grasso di essere utilizzato dall’organismo e quindi bruciato.

Perché ciò avvenga, invece, bisogna eliminare i liquidi in eccesso, migliorando la circolazione, irrobustendo i vasi capillari e cercando di eliminare il più possibile l’edema, combattendo la ritenzione idrica. Ecco spiegato perché acqua e cellulite vanno d’accordo.

L’acqua favorisce l’eliminazione dei liquidi accumulati nei tessuti, invece non bevendo si favorisce la ritenzione idrica perché il nostro corpo cerca di mantenere inalterato il suo equilibrio diminuendo le uscite di acqua a causa delle entrate limitate.

Ma quale acqua bere?

Acque oligominerali o mediamente mineralizzate: vengono assorbite velocemente dai succhi gastrici e quindi riescono a depurare le vie urinarie ed epatiche, favorendo l’eliminazione dell’acido urico.

Acque mineralizzate: favoriscono la diuresi e quindi l’eliminazione dei sali minerali in eccesso.

Acque ricche di magnesio (concentrazione superiore di 50 mg/l): sono indicate per aiutare la circolazione sanguigna a livello capillare.

Se l’acqua è il miglior alleato per combattere la cellulite e mantenere la salute personale, ci sono anche altri accorgimenti da seguire. Il più importante è ridurre il sale nella nostra dieta, ma anche i cibi piccanti, l’alcol e il fumo che sono sono sostanze vasodilatatrici. Per aiutare il microcircolo, invece, sono efficaci i flavonoidi, molto presenti per esempio in tutti i frutti di bosco. In generale, poi, mangiare tanta frutta e verdura fa bene perché questi alimenti sono ricchi di acqua e in estate potete prepararvi tanti cocktail sani e dissetanti.

Tutti al mare!

Andare in palestra purtroppo non basta a far diminuire la cellulite. Se è vero che il sovrappeso ne aumenta la presenza, anche un corpo allenato può soffrirne (la cellulite è democratica e colpisce il 99% delle donne, ma non sempre per fortuna è visibile). Anche in questo caso l’alleanza tra acqua e cellulite è la più potente: la migliore attività fisica contro la cellulite è infatti camminare nell’acqua facendo lunghe passeggiate con l’acqua all’altezza dell’inguine. Le onde massaggiano i tessuti e smuovono i liquidi e le tossine. Una buona scusa per prenotare le prossime vacanze estive.

Iscriviti alla Newsletter: